English | Italiano | Kontakt | Impressum | Anfahrt

Invito e testimoninza di un romano

Scheyern, un luogo privilegiato per il cuore di tutti gli italiani

Un legame sempre più grande, culturale ed umano, lega la gioiosa Baviera con l’Italia. Da molti anni la Baviera è visitata da numerosi turisti italiani. Con il nostro amato Papa Benedetto XVI, nato e formatosi in questa Regione, un mistero di comunione grande ci  lega ormai, anche con la Baviera religiosa.  Conoscere i luoghi del Papa significa conoscere il  cammino del Successore di Pietro. È dolce il pellegrinaggio a Roma. È  dolce, conoscere i luoghi sacri della Baviera.

Scheyern, è tra i principali e più importanti di questi luoghi, vale più di un pellegrinaggio, di una visita o di un unico momento di preghiera. Possiamo iniziare, qui, un nuovo cammino di fede e di approfondimento spirituale. In questo bellissimo e organizzato Monastero, il nostro Santo Padre Benedetto XVI, per 23 anni, fino a poco prima dell’elezione al Soglio Pontificio, ha voluto trascorrere il suo tempo per svolgere gli esercizi spirituali, nel periodo più felice dell’anno liturgico, cioè tra Pasqua, dopo la Risurrezione di Cristo e Pentecoste.

Questo Monastero è dunque un luogo che invita alla gioia, è un luogo privilegiato per incontrare la gioia cristiana; è un luogo concreto per pregare, riflettere, ascoltare la Messa.  Papa Benedetto per molti anni ha dialogato con Gesù in questo luogo. Qui in questa terra  benedetta e benedettina, ha preso l’inspirazione di chiamarsi Benedetto XVI. Gli italiani da qualunque Regione d’Italia provengano o comunque residenti in  Germania, si sentano in casa propria al monastero di Scheyern.

La Regione della Baviera, da molti anni è stata ed è luogo di lavoro, di creazione di famiglie per molti fratelli e sorelle immigrati. Ora più che mai la Baviera, attraverso il Monastero di Scheyern, il Monastero del Papa, il quale vive  ed opera per tutti noi a Roma,  diventa il luogo, la Chiesa silenziosa e bella, lo spazio privilegiato del raccoglimento e della gioia interiore di tanti italiani, residenti o turisti.

Portiamo il nostro esempio di cattolici, portiamo il nostro essere brava  gente in questo Monastero, dal quale possiamo ricevere molto. Ricevere cosa? In primo luogo la gioia! La gioia di Cristo Risorto per sempre, nostra salvezza e forza inesauribile. La  stessa gioia di cui tante e tante volte parla nei Suoi discorsi il Papa, di questa amata Regione.

La Baviera  è una terra festosa, nella musica, nella cucina, nelle sue grandi tradizioni. I monaci benedettini di Scheyern, rispecchiano questa mitezza bavarese con la loro ospitalità e la loro testimonianza di persone consacrate, interamente a Dio.

Benvenuti cari concittadini, il sottoscritto stesso, giornalista residente a Roma, ha trovato opportuno fare un esperienza di ritiro in questo amato Monastero del 1100. Usciamo dai confini geografici della Fede, l Europa cristiana di San Benedetto Suo Patrono, ci aspetta qui a Scheyern insieme alla Sua grande benedizione.

Dott. Gaetano Maurizio Tripi